Barbaresco DOCG Vanotu Riserva 2010

HomeLe RiserveBarbaresco DOCG Vanotu Riserva 2010

Le Riserve

Barbaresco DOCG Vanotu Riserva 2010

£33.00

Zona di produzione: parte alta della Cascina Vanotu, nel Comune di Barbaresco, dove si trova anche un piccola casa colonica
Varietà: Nebbiolo 100%
Esposizione: sud Altitudine: ca 350 mt s.l.m.
Anno di impianto: 1964
Forma di allevamento: gujot
Densità piante per ettaro: 4000
Primo ed unico anno di produzione: 2004
Terreno: di medio impasto con una ricca componente calcarea adatta a fare vini molto aromatici e molto varietali.

COD: PR113-1 Categoria: Tag: , , ,

Caratteristiche:

A maggio 2020 ci siamo ripetuti e per la seconda volta facciamo uscire un’edizione limitata di Barbaresco Vanotu Riserva 2010, millesimo che festeggia i 50 anni di storia dell’azienda messo in vendita a 60 anni esatti dalla prima bottiglia con etichetta Pelissero commercializzata per pochi amici dalla nostra famiglia nel 1960. Il terreno calcareo, con una forte nota minerale, è esposto completamente a sud ad una altezza di circa 350 metri, sulla chiusura naturale della collina, quindi riparato da eventuali correnti fredde. La sottovarietà Michet del Nebbiolo assicura basse rese, mentre le viti messe a dimora nel 1964, assicurano al vino equilibrio, concentrazione e complessità. Il particolare microclima, l’utilizzo di humus naturale come concime e i tradizionali trattamenti a base di rame e zolfo, mantengono sana la pianta. La potatura di febbraio, fatta con la luna calante come insegnavano i vecchi, ne aumenta la forza. Millesimo 2010. Dopo il doppio diradamento effettuato ad agosto e a metà settembre, abbiamo selezionato i frutti migliori di queste piante durante una vendemmia memorabile per la viticoltura delle Langhe e li abbiamo pigiati a poche ore dalla raccolta manuale. Dopo 1000 ore di lavoro per circa un ettaro di terreno, abbiamo vinificato 4040,5 litri.

Scheda di degustazione:

Vino rosso rubino ancora molto intenso con appena visibili i primi riflessi tannici aranciati. Consistenza e complessità sono sin da subito in evidenza in quanto legate alla grande profondità di colore e alla notevole viscosità che ben si percepisce roteando il vino nel bicchiere. Al naso esce tutta la forza del Nebbiolo con note di mirtillo, camomilla, mora, vaniglia, salvia, menta, ribes nero, ciliegie rosse, cioccolato, violetta, tabacco dolce, lampone, tartufo ed una miriade di altre sensazioni che solo i grandi vitigni esprimono con l’invecchiamento. Il contatto con le papille gustative esprime le stesse sensazioni in un unico agglomerato di sapidità e complessità. Il vino risulta caldo, avvolgente, tannico, leggermente acido e con un retrogusto persistente ed asciutto, ma decisamente gradevole ed aggraziato, tipico del Nebbiolo coltivato sulle colline del Barbaresco.

Vinificazione:

Ci troviamo di fonte ad un’annata ottimale con un decorso stagionale regolare, caratterizzata da una moderata umidità e da un’estate soleggiata senza problemi di salute per la pianta. Si è arrivati alla vendemmia a perfetta maturazione il giorno 15 ottobre. A seguire quindici giorni di tradizionale macerazione a contatto con le bucce, una piccola decantazione e quindi il passaggio in piccole botti da 225 litri di rovere francese nuove, al fine di permettere il riposo e l’evoluzione nel legno più pregiato, quello della foresta di Tronçais. Controlli, travasi e degustazioni periodiche per seguire il vino durante i quasi sette anni successivi, con particolare attenzione alla conservazione degli aromi primari di frutta e fiori presenti nelle uve di partenza, hanno rivelato un’evoluzione eccellente. A maggio 2017 si è passati alla messa in bottiglia e all’affinamento in vetro per altri tre anni.

formati disponibili:

  • 0,75 litri
  • 1,5 litri
  • 3 litri
  • 5 litri

premi e riconoscimenti:

Vedi tutti i premi e riconoscimenti